Associazione Jam - Olevano Romano - Premiazione Concorso letterario "Radici"

Incoronati i vincitori del 1ˆ Concorso letterario “Radici: tra appartenenza e distanza”

La Cultura continua a bussare alle porte di Olevano Romano.

Ad accoglierla, stavolta, la Sala degli Archi del Castello Colonna-Marcucci, sede scelta per l’atto finale del 1ˆ Concorso letterario per poesie e canzoni dal titolo “Radici: tra appartenenza e distanza”.

A scaldare la gelida serata invernale le parole dei sei finalisti, sapientemente intervallate dalle note della giovane pianista Giorgia Cecconi.

Il contest, organizzato dall’Associazione culturale J@M in collaborazione col Comune di Olevano Romano, la Biblioteca comunale e l’Associazione santa Maria di Corte, ha posto l’attenzione su un tema al contempo intimo e collettivo, storico e attuale, che lega il destino d’intere generazioni: uomini e donne che, per scelta o per necessità, lasciano la loro terra d’origine della quale però conservano indelebile il ricordo.

«Siamo orgogliosi dell’ampia partecipazione, segno di quanto sia viva e sentita la cultura nella vita di ognuno di noi» – ha dichiarato al termine dell’evento Cristina Censi, vicepresidente di J@M. «Siamo contenti – ha proseguito – di essere stati i promotori di quest’evento e di aver dato agli autori l’opportunità di poter esternare le loro emozioni e di condividerle con tutti i presenti».

Visibilmente soddisfatto anche l’ideatore del Concorso, Iacopo Milana, che, nel ringraziare artisti e uditorio, ha auspicato la realizzazione di una seconda edizione.

Le opere vincitrici sono risultate “Il mio Paese” di Alessandra Giallatini (per la sezione Poesie in Italiano) e “Quante nau passate” di Danilo Moretti (per la sezione Poesie in dialetto).

Il premio per la sezione Canzoni non è stato assegnato a causa del basso numero di testi pervenuti.

Una menzione di merito è stata conferita agli altri finalisti: Costantino Tabolacci (Le Quattro Cannelle); Piero Lanciotti (‘N Paese…); Luca Falanesca (Io che t’ho amato sempre); Alessia Pavoni (Radici).

Un riconoscimento è andato anche ai lavori di Loredana Manciati (Piccola Memoria), Flavio Pietrasanta (Pace dei Sensi) e Domiziano Maisti (Alla fiera de Varmondo’).

Flavio Mastropietro

I vincitori del concorso, rispettivamente 1° Classificato Sez. Poesie in italiano Alessandra Giallatini e 1° Classificato Sez. Poesie in dialetto Danilo Moretti