Olevano JAM Tour… Junior! – La prima avventura

L’Associazione JAM propone passeggiate culturali nel centro storico olevanese da oltre un anno con il suo Olevano JAM Tour, grazie al lavoro volontario instancabile dei suoi soci e di tutte le associazioni amiche coinvolte. Sono tante le persone che abbiamo accompagnato alla scoperta della storia, dell’arte, della cultura e del patrimonio del nostro piccolo borgo. Volevamo che qualcuno lo raccontasse per non lasciarlo lì, come una bellissima fotografia da guardare.

Sin dall’inizio non sono mai mancati i più piccoli nella fila di visitatori per le vie in salita e in discesa dentro la parte vecchia…e allora ci siamo detti: “perché non fare un tour pensato solo per loro?”.

Con competenza e passione, le nostre socie Emanuela De Paolis e Cristina Patrizi hanno preparato così un progetto bellissimo: coinvolgente, educativo, formativo, utile a scoprire Olevano con attività formato junior!

La prima uscita, con la classe 4° elementare delle maestre Paola AntonelliCristiana Lollobrigida, Isabella Coppelli, Olimpia della Valle e Francesca Patrizi, è andata alla grande! 15 bambini armati di mappa, bussola, merenda, cappellino e tanto entusiasmo, si sono lanciati alla scoperta del centro storico. Ne hanno visto le bellezze e imparato la storia, capendo al contempo quanto sia importante preservarlo e proteggerlo.

Grazie al sostegno delle attività commerciali olevanesi Bar Belvedere, Apricus Baldi Case Vacanza, Libreria Liberamente, Forno Biovegan e IL Cartolaio MATTO abbiamo potuto offrire a questi bambini e bambine un’avventura davvero speciale…a due passi da casa!

Vi lasciamo con il parere dei nostri soci che si sono occupati della visita quel giorno.

A presto!

JAM Associazione Culturale

 

Fare esperienza del patrimonio culturale (artistico, ambientale e paesaggistico) del nostro paese svolge un ruolo fondamentale nella formazione dei futuri cittadini. Jam ha voluto così strutturare un percorso storico-artistico rivolto ai bambini della scuola primaria e ai ragazzi della secondaria di secondo grado. Consapevoli che bisogna puntare sull’educazione dei più giovani, quelli che potremmo chiamare “ nativi ambientali” , per accrescere il senso di appartenenza al patrimonio culturale, elaborando progetti di avvicinamento emozionale per una nuova percezione dello spazio pubblico che, attraverso la conoscenza del territorio e dei suoi elementi costitutivi, mettano in contatto visivamente ed emotivamente i ragazzi con l’eredità del passato e sollecitino proposte e comportamenti consapevoli per il futuro. In tal modo si potrà contribuire alla formazione di cittadini che diventino “patrimonio vivo” della nostra comunità (società)”.

Emanuela De Paolis

 

Se l’educazione ha carattere sociale e conforma il bimbo a schemi e modelli sociali, la formazione attiene all’interiorità del soggetto nel suo divenire, all’ideale di perfezione morale, culturale e di civiltà cui la persona deve tendere. Ciò che l’Olevano J.@.M. tour Junior ha offerto è stato un input compatibile sia con educazione che formazione avendo come obiettivo quello di sviluppare il desiderio di sapere e la motivazione ad imparare; quando offriamo al bambino degli oggetti sensibili esercitiamo i suoi sensi, ma agiamo contemporaneamente anche nel suo istinto rivolto alla conoscenza. Si educa anche senza che noi lo vogliamo, ma quando lo vogliamo ci aspettiamo delle conferme ed esse compaiono sotto forma di un sorriso, di una stretta di mano, di un atteggiamento di amicizia, di una solidarietà inaspettata, di una forza all’impegno costante. Tutto questo è stata la risultante del tour per i più piccoli e ciò ci ha reso fieri e soddisfatti del nostro operato come associazione culturale”.

Alessandro De Matti

 

L’esperienza del tour bimbi è stata originale, interattiva ed educativa nello stesso tempo. L’organizzazione del tour è stata fatta in modo che i bambini cogliessero ogni tipo di informazione in maniera semplice e divertente, grazie anche ai vari giochi che li hanno resi completamente partecipi di tutto ciò che gli veniva spiegato. Sono stati molto curiosi ed interessati a quello che gli veniva detto, attenti a dei piccoli dettagli e pronti a fare domande. Al termine del tour tutte le insegnanti e i bambini hanno ringraziato per questa bella esperienza tra le vie del proprio paese, quindi posso dire senza dubbio che questo tour è stato un successone!

Sara Susini